Logo IBU

La terra altoatesina della Val Venosta offre natura incontaminata, scenari impareggiabili e benessere all’aria aperta, oltre a distese di coltivazioni, sentieri di montagna ideali per praticare qualsiasi tipo di sport sia in estate che in inverno ed ha, fra le altre, una ‘gemma’ che si distingue per la particolare conformazione territoriale e le condizioni naturali per la maturazione delle proprie fragole, garantendo un prodotto locale rinomato ed unico nel suo genere. In Val Martello, fra giugno e luglio, nella tradizionale “Festa delle fragole” è possibile degustare questo ‘piccolo tesoro’ e in tale occasione viene eletta anche la “Regina delle fragole”. Ma in attesa delle celebrazioni nella stagione estiva, in inverno l’originale vallata venostana si erge protagonista della disciplina che accomuna l’abilità nel tiro con la carabina allo sci di fondo, il biathlon.

In questi giorni sono in corso gli appuntamenti conclusivi della stagione di IBU Cup. Una prima ‘tornata’ di gare sprint si è già disputata ieri, mentre domani andrà in scena una ‘ripetizione’ delle stesse, prima della conclusione ufficiale di stagione di domenica, con le prove a staffetta.

I confronti di ieri, rispettivamente di 7.5 km per le donne e 10 km per gli uomini, hanno visto le affermazioni personali di Antonin Guigonnat e Marine Bolliet. Un “momento d’oro” per il biathlon transalpino, ma i francesi si dovranno nuovamente guardare dalle ‘insidie russe’, da sempre eccellenza in questa disciplina. Ieri Alexey Slepov è riuscito a giungere secondo nonostante i tre errori al tiro in posizione eretta che gli sono costati la vittoria, ma non gli hanno impedito di terminare la propria gara a soli 7.5 secondi da Guigonnat.

Meno equilibrata la vittoria della Bolliet, con un vantaggio conclusivo di 35 secondi sulla norvegese Hilde Fenne. Terza Karolin Horchler, sorella di quella Nadine Horchler che nei prossimi appuntamenti si giocherà il titolo assoluto di IBU Cup. Il ‘trono’ maschile è invece stato assegnato con anticipo, il russo Matvey Eliseev ha già portato a casa la palma stagionale di migliore. Un altro successo individuale assoluto è invece stato decretato ieri con la vittoria della russa Svetlana Sleptsova nella classifica ‘pursuit’.

Una prima giornata all’insegna delle sorprese in Val Martello, anche con il primo piazzamento a podio in carriera del “norge” Andreas Dahloe Waernes. Buona performance della ‘nostra’ Carmen Runggaldier, con un venticinquesimo posto più che positivo, se si considera che la gardenese era all’esordio individuale a livello senior. Tenteranno di ben figurare anche gli azzurri della categoria maschile, Rudy e Saverio Zini, Riccardo Romani, Maikol Demetz e Giuseppe Montello.

Oggi i biathleti rifiateranno, si riprenderà dunque domani con un’altra sprint sulle medesime distanze ed orari di giovedì, ore 10 mattutine per le donne e ore 13 per gli uomini, domenica ultime competizioni stagionali con le gare a staffetta. Poi le piste saranno lasciate a disposizione degli appassionati di biathlon e di fondo.
Info: www.biathlon-martell.com  e  www.biathlonworld.com

Fonte:   FISI

I commenti sono chiusi.

Ski Nordik Forum
L'esperto risponde

Continua anche per la stagione 2017/18 la collaborazione con Angelo Carrara responsabile test ricerca e sviluppo di Briko Maplus che sarà disponibile da mercoledìdì 3 gennaio 2018 a mercoledì 7 febbraio 2018 per rispondere, su Ski Nordik forum ai vari quesiti di sciolinatura e preparazione dei materiali.

Le ultime dal Forum

ULTIMI MESSAGGI

Re: 16-17 dicembre - cactaceo
Re: Magnifica comunit di Fiemme - theraven
Lago Laceno - marcolinoape
Re: Ciao a tutti mi presento - marcolinoape
Re: 16-17 dicembre - migly
Re: Ciao a tutti mi presento - genky
Re: Ciao a tutti mi presento - snevolo
Ciao a tutti mi presento - marcolinoape
Re: SNC 2018 - mattila76
Re: I diari della sciolina 2017-2018 - mattila76


48285 messaggi in 3717 discussioni
1579 iscritti - Ultimo iscritto: MarcolinoApe