Le parole di Dorothea Wierer al termine dell’individuale di Oslo conclusa all’ottavo posto, che le ha consentito di alzare al cielo la sfera di cristallo nella specialità. “Puntavo alla medaglia visto che ero la favorita e avevo vinto le ultime due gare – spiega al traguardo -, per cui c’è un pizzico di delusione anche se sono soddisfatta di avere vinto la coppa. Con due errori non vado da nessuna parte perchè le avversarie non regalano niente.

Nella prima serie a terra mi è scappato il terzo colpo e non sono riuscita a controllarlo come volevo, ma in generale non era il mio ritmo al poligono. Ho fatto fatica, sparato lentamente, non sono soddisfatta. Sugli sci mi sono sentita un po’ meglio, anche se ho un’infiammazione ai tibiali che sto curando con i massaggi. Bisogna avere un po’ di pazienza e aspettare che passi, adesso ci aspetta la staffetta, puntiamo in alto ma dobbiamo sparare bene. Poi nella mass start ho possibilità di fare bene, ma so altrettanto bene che la concorrenza è qualificata”.

Alexia Runggaldier: “Sono contentissima della mia prestazione, si trattava della mia prima occasione in questo Mondiale e non me la sono lasciata scappare. Non mi sono messa pressione, è stata una giornata divertente”.

Fonte:   FISI

I commenti sono chiusi.

Ski Nordik Forum
L'esperto risponde

Continua anche per la stagione 2016/17 la collaborazione con Angelo Carrara responsabile test ricerca e sviluppo di Briko Maplus che sarà disponibile da mercoledìdì 4 gennaio 2017 a mercoledì 8 febbraio 2017 per rispondere, su Ski Nordik forum ai vari quesiti di sciolinatura e preparazione dei materiali.