“Oberstdorf è una delle mie piste preferite e come al solito qui le gare sono molto spesso condizionate dal meteo, ma la salita finale, la discesa verso l’arrivo sono molto adatte alle mie caratteristiche e questo ha fatto la differenza – dice De Fabiani – insieme ai miei sci che erano perfetti e performanti”.

La tattica di Defa oggi è stata impeccabile: “Diciamo che ho risparmiato il più possibile. Il secondo giro è stato il più duro, non mi sentivo nemmeno così bene, poi nei giri successivi le cose sono migliorate. Era importante stare in scia nei tratti a spinta per evitare spechi di energia. Come 4 anni orsono, avrei avuto le forze per attaccare nella salita finale, ma so che avrei pagato. Ho ragionato e sono molto contento del risultato finale”.

Giovedì il Tour prevede l’inseguimento in skating e De Fabiani ha le idee chiare: “Cercherò di mantenere la condizione, guardando soprattutto alla prossima 15 km in classico in programma sabato in Val di Fiemme, per poi cercare di chiudere nella Top 10 il Tour de Ski”.

Fonte:   FISI

I commenti sono chiusi.

Ski Nordik Forum
L'esperto risponde

Continua anche per la stagione 2018/19 la collaborazione con Angelo Carrara responsabile test ricerca e sviluppo di Briko Maplus che sarà disponibile da mercoledì 2 gennaio 2019 a mercoledì 7 febbraio 2019 per rispondere, su Ski Nordik forum, ai vari quesiti di sciolinatura e preparazione dei materiali.