alpinismo-epicskitour2017

Jürg Capol e Kurt Anrather tirano i primi bilanci dell’evento scialpinistico
Damiano Lenzi e Margit Zulian protagonisti indiscussi, ‘ricchi’ e felici
Percorsi gran parte su pista per la poca neve, belli tecnici ed apprezzati
Sabato 21 gennaio sintesi di 45’ su Rai Sport1

Chiusa la tre giorni di scialpinismo La Sportiva Epic Ski Tour che ha tenuto banco venerdì in Val di Fiemme e quindi sabato e domenica in Val di Fassa (TN), è già tempo di bilanci.
Jürg Capol e Kurt Anrather, i due ideatori dell’evento, alzano il pollice verso l’alto: “Bilancio positivo, ma come per tutte le cose che debuttano c’è sempre da migliorare qualche dettaglio”.

Kurt Anrather, il regista della manifestazione, a fine gara era decisamente stanco, ma sorridente: ”Era la prima edizione e c’erano tante incognite su un evento così complesso ed inedito. Con la mancanza della neve abbiamo dovuto attuare piani alternativi, comunque la soddisfazione ed i complimenti espressi dai concorrenti ci hanno ripagato di tanti sforzi. La formula è giusta, dobbiamo solo sperare nella neve e trovare un calendario senza sovrapposizioni. Sicuramente un partner come La Sportiva e l’esperienza di Jürg Capol sono stati indispensabili. Abbiamo dimostrato che una gara su tre giorni può essere anche un divertente evento…”per tutti”.
La mancanza di neve infatti ha costretto a cambiare il programma originale, e la concomitanza con altri importanti eventi in Italia e all’estero ha di fatto limitato le presenze, ma i quasi 200 scialpinisti al via della prima giornata ed i 133 che hanno portato a termine la fatica dei tre giorni sono numeri significativi per un evento affascinante, intrigante e complesso.

I complimenti fatti agli organizzatori da un atleta come Damiano Lenzi, assoluto protagonista de La Sportiva Epic Ski Tour, sono una autentica iniezione di entusiasmo: “È stata una bella manifestazione, che secondo me non ha avuto il seguito che meritava, speriamo che nei prossimi anni si continui a fare, che cresca sempre di più, perché è un bel format. Una corsa a tappe individuale nel panorama scialpinistico internazionale mancava”.

Gli fa eco Margit Zulian, che ha svettato tra le ragazze: “L’organizzazione è stata eccellente, curata nei minimi particolari; probabilmente ci sarebbero state molte più adesioni con condizioni meteo migliori, anche perché il percorso sarebbe stato sicuramente più spettacolare, comunque un buon potenziale per le prossime edizioni.”
Tre giorni in sequenza, tutti in pista con apprezzati tratti “fuoripista” che hanno reso ancora più avvincente la tre giorni di ski alp. Con la scarsità di neve in generale in Italia, ma anche all’estero, gli organizzatori sono riusciti comunque ad offrire percorsi molto belli, tecnici ed apprezzati dai partecipanti. Per ciascuna tappa si sono avvalsi di esperti in loco, Massimo “Macha” Dondio per la prima tappa in notturna sull’Alpe Cermis, Thomas Zanoner per la tappa di Passo San Pellegrino e Oswald Santin per l’ultima tappa di Passo Pordoi.

La prima giornata, con qualche raffica di vento fastidiosa, ha ricalcato all’insù ed all’ingiù il percorso del Tour de Ski, con aggiunto un “muro”. Una salita dura ed interminabile sulla pista Olimpia III, con una discesa lungo la pista illuminata. Lenzi ha lanciato un segnale forte ai rivali: primo davanti a Maguet e Stofner, con Eydallin ai piedi del podio. Tra le donne, la fugace presenza di Alba Desilvestro ha scompigliato i piani di Margit Zulian (3.a), battuta con un ultimo cambio pelli da record anche da Elena Nicolini.

Sabato partenza da Piano della Sussistenza e veloce sgambata fino al Passo San Pellegrino con scollinamento sul Col Margherita lungo un tracciato di 6,7 chilometri e 680 metri di dislivello. Un tratto fuoripista proprio sul Col Margherita ha dato quel tocco tecnico che è tanto piaciuto ai partecipanti. Con una gara d’attacco Damiano Lenzi ha rafforzato la propria leadership, mentre Eydallin ha cercato di mettere il sale sulla coda ai propri avversari e ci è riuscito con un capovolgimento di fronte. Si è piazzato secondo con Stofner nuovamente terzo. Margit Zulian ha centrato l’obbiettivo, del resto lei correva proprio in casa, letteralmente. Elena Nicolini, alle prese con i fastidiosi postumi dell’influenza, ha fatto il bis. Terza, non poi tanto a sorpresa, Dimitra Theocharis con Karmen Klancnik a sgomitare pochi secondi dietro.

Domenica un cielo limpido e frizzante ha salutato gli “epici” ski alpers a Passo Pordoi. Una cartolina davvero, anche se un po’ ghiacciata. Il percorso faceva perno sul Sass Becè, a lato del Passo Pordoi, proprio dove la Marmolada e le altre cime più belle delle Dolomiti fassane si specchiano sulle piste frequentate da una marea di turisti. Per l’ultimo giorno Oswald Santin ha proposto una partenza sci in spalla, una lunga e ripida salita, una discesa mozzafiato tanto che l’elicottero delle riprese tv… faceva fatica a seguire i più veloci, una seconda lunga salita, un bel tratto a piedi e secondo giro fotocopia ma senza il tratto a piedi, in tutto 8,4 km con 865 metri di dislivello.

Lenzi, evidentemente in gran forma, non ha certo temporeggiato. L’inusuale partenza “pursuit”, con i distacchi accumulati nelle prime due giornate, ha visto scattare proprio il leader con 55” di vantaggio su Eydallin. Non pago del vantaggio acquisito ha spinto al massimo, mentre Eydallin sentiva il fiato sul collo di Stofner. I due hanno fatto forcing, Lenzi controllava la situazione dall’alto e si è addirittura permesso di vincere alla fine con 1.33 su Eydallin e 1.39 su Stofner. Margit Zulian è stata la reginetta di giornata, ha saggiamente amministrato il vantaggio su Elena Nicolini mentre una scatenata Karmen Klancnik ha vinto il confronto con Dimitra Theocharis per il terzo posto finale.

Finita la gara, col sole che finalmente riscaldava la temperatura polare, premiazione affollata. Non è passato certo in secondo piano il ricco montepremi: un totale di 46.000 euro distribuiti ad atleti èlite e master è un fatto inusuale per lo scialpinismo: Damiano Lenzi e Margit Zulian si sono portati a casa un “assegnone” di 8.000 euro, non male decisamente!

Ora Anrather e Capol stanno già pensando al prossimo anno, le idee le hanno ben chiare. Ci sarà un briefing con i responsabili delle tre località e poi si penserà alla nuova data, il progetto rimane tale, tre giorni nelle vallate di Fassa e di Fiemme, montepremi da capogiro e… non solo gare. La Sportiva Epic Ski Tour sarà sicuramente un vero evento, con tutti i contorni che quest’anno sono stati apprezzati, come il pasta party serale, i talk show, briefing e premiazioni in allegria.
Per chi se la fosse persa… dal vivo, sabato 21 alle ore 14.15 Rai Sport1 metterà in onda una sintesi della manifestazione. Che la festa abbia nuovamente inizio!

Info:   www.epicskitour.com

CLASSIFICHE PRIMA TAPPA

Classifica Maschile
1 Lenzi Damiano Cs Esercito 00:34:09; 2 Maguet Nadir Cs Esercito 00:34:35; 3 Stofner Martin La Sportiva 00:34:58; 4 Eydallin Matteo Cs Esercito 00:34:58; 5 Boffelli William La Sportiva 00:35:38; 6 Lanfranchi Pietro La Sportiva 00:35:40; 7 Kuhar Nejc 00:35:43; 8 Trettel Thomas As Cauriol Team Montura 00:35:45; 9 Facchini Patrick La Sportiva/Brenta Team 00:36:12; 10 Oberbacher Alex Peves Gherdeina 00:36:26

Classifica Femminile
1 Desilvestro Alba C.S. Esercito 00:42:31; 2 Nicolini Elena Brenta Team 00:43:40; 3 Zulian Margit Bogn Da Nia 00:43:46; 4 Theodacris Dimitra Aldo Moro Paluzza 00:45:10; 5 Klancnik Karmen La Sportiva 00:45:37; 6 Ghirardi Corinna Adamello Skiteam 00:47:35; 7 Hartl Manuela Arbö Asko Graz 00:49:29; 8 Knutti Marlen Team Senggihang 00:50:47; 9 Kaslatter Elisa 00:52:31; 10 Nauwelaerts De Age Anna 00:52:40

CLASSIFICHE SECONDA TAPPA

Classifica seconda tappa – Maschile
1 Lenzi Damiano Cs Esercito 00:37:01; 2 Eydallin Matteo Cs Esercito 00:37:06; 3 Stofner Martin La Sportiva 00:37:12; 4 Kuhar Nejc 00:37:56; 5 Lanfranchi Pietro La Sportiva 00:38:07; 6 Trettel Thomas As Cauriol Team Montura 00:38:19; 7 Maguet Nadir Cs Esercito 00:38:23; 8 Boffelli William La Sportiva 00:39:33; 9 Facchini Patrick La Sportiva/Brenta Team 00:40:13; 10 Rullan Estralles Pere La Sportiva 00:40:28

Classifica seconda tappa – Femminile
1 Zulian Margit Bogn Da Nia 00:47:41; 2 Nicolini Elena Brenta Team 00:49:11; 3 Theocharis Dimitra Aldo Moro Paluzza 00:49:39; 4 Klancnik Karmen La Sportiva 00:49:53; 5 Ghirardi Corinna Adamello Skiteam 00:52:22; 6 Hartl Manuela Arbö Asko Graz 00:54:41; 7 Bello Veronica 00:55:15; 8 Knutti Marlen Team Senggihang 00:55:36; 9 Hartmann Daniela Flütsch Skitouring Team 00:58:27; 10 Nauwelaerts De Age Anna 00:58:

Classifica intermedia prime due tappe – Maschile
1 Lenzi Damiano Cs Esercito 01:11:10; 2 Eydallin Matteo Cs Esercito 01:12:04; 3 Stofner Martin La Sportiva 01:12:10; 4 Maguet Nadir Cs Esercito 01:12:58; 5 Kuhar Nejc 01:13:39; 6 Lanfranchi Pietro La Sportiva 01:13:46; 7 Trettel Thomas As Cauriol Team Montura 01:14:03; 8 Boffelli William La Sportiva 01:15:10; 9 Facchini Patrick La Sportiva/Brenta Team 01:16:24; 10 Rullan Estralles Pere La Sportiva 01:18:15

Classifica intermedia prime due tappe – Femminile
1 Zulian Margit Bogn Da Nia 01:31:26; 2 Nicolini Elena Brenta Team 01:32:50; 3 Theocharis Dimitra Aldo Moro Paluzza 01:34:48; 4 Klancnik Karmen La Sportiva 01:35:30; 5 Ghirardi Corinna Adamello Skiteam 01:39:56; 6 Hartl Manuela Arbö Asko Graz 01:44:09; 7 Knutti Marlen Team Senggihang 01:46:23; 8 Bello Veronica 01:48:35; 9 Nauwelaerts De Age Anna 01:51:06; 10 Lunger Tamara Bela Ladinia 01:52:01

CLASSIFICHE TERZA TAPPA

Classifica 3.a tappa – Maschile
1 Lenzi Damiano Cs Esercito 00:44:07; 2 Stofner Martin La Sportiva 00:44:45; 3 Eydallin Matteo Cs Esercito 00:44:45; 4 Maguet Nadir Cs Esercito 00:45:11; 5 Kuhar Nejc 00:45:56; 6 Boffelli William La Sportiva 00:46:03; 7 Lanfranchi Pietro La Sportiva 00:46:12; 8 Trettel Thomas As Cauriol Team Montura 00:46:46; 9 Facchini Patrick La Sportiva/Brenta Team 00:48:18; 10 Beccari Filippo La Sportiva 00:48:35

Classifica 3.a tappa – Femminile
1 Klancnik Karmen La Sportiva 00:59:06; 2 Zulian Margit Bogn Da Nia 00:59:39; 3 Theocharis Dimitra Aldo Moro Paluzza 01:01:02; 4 Nicolini Elena Brenta Team 01:01:25; 5 Ghirardi Corinna Adamello Skiteam 01:03:55; 6 Knutti Marlen Team Senggihang 01:08:15; 7 Lunger Tamara Bela Ladinia 01:08:26; 8 Nauwelaerts De Age Anna 01:09:20; 9 Hartl Manuela Arbö Asko Graz 01:09:30; 10 Hartmann Daniela Flütsch Skitouring Team 01:11:30

Classifica Generale – Maschile
1 Lenzi Damiano Cs Esercito 01:55:16; 2 Eydallin Matteo Cs Esercito 01:56:48; 3 Stofner Martin La Sportiva 01:56:54; 4 Maguet Nadir Cs Esercito 01:58:08; 5 Kuhar Nejc 01:59:34; 6 Lanfranchi Pietro La Sportiva 01:59:57; 7 Trettel Thomas As Cauriol Team Montura 02:00:49; 8 Boffelli William La Sportiva 02:01:13; 9 Facchini Patrick La Sportiva/Brenta Team 02:04:42; 10 Rullan Estralles Pere La Sportiva 02:07:01

Classifica Generale – Femminile
1 Zulian Margit Bogn Da Nia 02:31:04; 2 Nicolini Elena Brenta Team 02:34:15; 3 Klancnik Karmen La Sportiva 02:34:36; 4 Theocharis Dimitra Aldo Moro Paluzza 02:35:50; 5 Ghirardi Corinna Adamello Skiteam 02:43:51; 6 Hartl Manuela Arbö Asko Graz 01:53:39; 7 Knutti Marlen Team Senggihang 02:54:37; 8 Nauwelaerts De Age Anna 03:00:26; 9 Lunger Tamara Bela Ladinia 03:00:27; 10 Hartman Daniela Flütsch Skitouring Team 03:04:51

I commenti sono chiusi.

Ski Nordik Forum

L'esperto risponde

Continua anche per la stagione 2016/17 la collaborazione con Angelo Carrara responsabile test ricerca e sviluppo di Briko Maplus che sarà disponibile da mercoledìdì 4 gennaio 2017 a mercoledì 8 febbraio 2017 per rispondere, su Ski Nordik forum ai vari quesiti di sciolinatura e preparazione dei materiali.

Le ultime dal Forum

ULTIMI MESSAGGI

Re: Re: - luca72comasina
Re: - catre2
Re: MTB raduno 18 giugno 2017 Engadina - giak
Re: MTB raduno 18 giugno 2017 Engadina - ceszij
Re: Fondisti Ciclisti - luca72comasina
Re: Fondisti Ciclisti - davide1967
Re: Fondisti Ciclisti - snevolo
Re: Fondisti Ciclisti - davide1967
Re: MTB raduno 18 giugno 2017 Engadina - luca72comasina
Re: MTB raduno 18 giugno 2017 Engadina - ceszij


47751 messaggi in 3663 discussioni
1568 iscritti - Ultimo iscritto: catre2