Alexey ProkurorovRussia (1964 – 2008) – Alexei Prokurorov, campione olimpico russo di sci di fondo, muore all’età di 44 anni il 10 ottobre 2008 a Vladimir, investito da un automobilista ubriaco.

Prokurorov aveva vinto due medaglie alle Olimpiadi di Calgary nel 1988: l’oro nella 30 km a tecnica classica e l’argento con l’Urss nella staffetta 4×10 km. Altruista e modesto Prokurorov era stato membro del team russo di sci di fondo per 18 anni, vincendo numerose gare nazionali e internazionali. Negli ultimi anni aveva anche lavorato con la Fis.

Originario del piccolo paese di Vladimir, Prokurorov conquista la sua prima vittoria internazionale in Italia, nel 1985, ai World Student Games di Belluno. Nel 1989 conquista il bronzo nella 50km a tecnica libera ai Mondiali di Lathi. Quattro anni dopo, a Falun, porta a casa un altro bronzo nella staffetta 4X10km. Raccoglie un’altra medaglia di bronzo due anni dopo ai Mondiali di Thunder Bay nella 30 km tecnica classica. L’oro mondiale arriva nel 1997, a Trondheim, nella 30 km tecnica libera davanti al campione di casa Bjoern Daehlie, e nella stessa rassegna iridata vince anche l’argento nella 10 km tecnica classica e il bronzo  nella 25 km a inseguimento.

Nel 1998 la federazione norvegese dello sci lo ha insignito, con Fred Boerre Lundberg, Larissa Lazutina e Harri Kirvesniemi, della “Medaglia Holmenkollen”.

Dopo il ritiro, nel 2002, Prokurorov si è dedicato all’allenamento, lavorando prevalentemente a Vladimir, e ha preparato la squadra russa femminile in vista dei Giochi olimpici di Vancouver 2010, senza però poterne vedere i risultati.

menu