Dopo i due argenti conquistati nei scorsi giorni con Rebecca Passler seconda nell’individuale juniores e la staffetta formata da Hannah Auchentaller, Rebecca Passler e Linda Zingerle sempre seconda fra i giovani, arriva la medaglia più pregiata nei Mondiali di categoria per la squadra azzurra. Il merito è ancora di Linda Zingerle, perfetta nella sprint femminile che l’ha vista dominare la scena con una enorme prestazione sugli sci, che le ha consentito di sopperire con margine all’errore commesso al poligono di tiro, tanto da arrivare al traguardo con un vantaggio di 20″ sulla russa Liubov Kalinina. Bronzo per la francese Oceane Michelon a 20″2 con due errori. Zingerle, figlia dell’ex olimpionico Andreas che oggi è l’allenatore responsabile della squadra di Coppa del mondo, ha compiuto 17 anni nello scorso mese di settembre ed è nativa di Anterselva, culla del biathlon. Fa parte della squadra juniores/giovani ed è stata protagonista nei recenti Olimpiadi Giovanili di Losanna, dove ha ottenuto due argenti nella staffetta singola mista e nella staffetta mista. Ottima anche la prestazione di Hannah Auchentaller, settima a 46″8 con un errore, mentre Rebecca Passler è finita tredicesima a 1’04″3 con due errori e Martina Trabucchi diciottesima a 1’14″1 con un errore. Per il team azzurro è il terzo oro della storia in questo format fra i givoani dopo quelli di Lisa Vittozzi nel 2014 e di Irene Lardschneider nel 2017.

Aleksei Kovalev si è invece aggiudicato la medaglia d’oro nella sprint maschile. Il russo non ha commesso errori al poligono di tiro, ha completato il percorso con il tempo di 19’53″0 davanti al ceco Ondrej Manek, staccato di +9″3, bronzo allo statunitense Maxime Germain a 11″3. Fuori dal podio i norvegesi Martin Nevland e Morten Hol, il neozelandese Campbell Wright, il francese Damien Levet, lo sloveno Lovro Planko, lo statunitense Bjorn Westervelt ed il bielorusso Ivan Tulatsin. Positiva prova di Elia Zeni, che apre il terzetto azzurro con il sedicesimo posto a 44″8 con zero errori. Seguono Matteo Vegezzi Bossi trentunesimo a 1’22″8 con due errori e Stefano Canavese 34simo a 1’31″6.

Ordine d’arrivo sprint femminile Mondiali giovani Lenzerheide (Svi):
1. Linda Zingerle ITA 1 17’44″7
2. Liubov Kalinina RUS 0 +20″8
3. Oceane Michelon FRA 2 +21″3
4. Anna Gandler AUT 2 +32″1
5. Maya Cloetens FRA 0 +36″3
6. Alena Mokhova RUS 1 +42″3
7. Hannah Auchentaller ITA 1 +46″8
8. Camille Coupe FRA 2 +48″1
9. Lena Repinc SVK 1 +54″0
10. Lea Meier SVI 2 +1’00″3

13. Rebecca Passler ITA 2 +1’04″3
18. Martina Trabucchi ITA 1 +1’14″1

Ordine d’arrivo sprint maschile Mondiali giovani Lenzerheide (Svi):
1. Aleksei Kovalev RUS 0 19:53.0
2. Ondrej Manek CZE 0 +9.3
3. Maxime Germain USA 1 +11.3
4. Martin Nevland NOR 3 +15.3
5. Morten Hol NOR 1 +15.4
6. Campbell Wright NZL 1 +20.1
7. Damien Levet FRA 1 +22.1
8. Lovro Planko SLO 2 +22.6
9. Bjorn Westervelt USA 1 +24.0
10. Ivan Tulatsin BLR 1 +26.4

16. Elia Zeni ITA 0 +44.8  
31. Matteo Vegezzi Bossi ITA 2 +1:22.8
34. Stefano Canavese ITA 3 +1:31.6

Fonte:   FISI

I commenti sono chiusi.

Ski Nordik Forum
L'esperto risponde

Continua anche per la stagione 2019/20 la collaborazione con Angelo Carrara responsabile test ricerca e sviluppo di Briko Maplus per rispondere, su Ski Nordik forum, ai vari quesiti di sciolinatura e preparazione dei materiali.