Oggi splendida giornata per la 2.a edizione della Trirace Dolomites in Val di Fassa (TN)
Alex Oberbacher e Chiara Caminada insuperabili nella prova individuale
Tra le squadre successo di Trentino Robinson e al femminile del Team Pellegrin
Da Soraga al Sass Pordoi con skiroll, bici e skyrunning organizzato dall’ASD Pellegrin di Soraga

Il tempo imbronciato di buon mattino non faceva presagire nulla di bello, oggi in Val di Fassa (TN), e nemmeno le temperature fresche. Poi, poco prima che si alzasse il sipario sulla seconda edizione della Trirace Dolomites, da Soraga sino al Sass Pordoi con skiroll, bici e skyrace, il cielo si è rischiarato ed il sole ha scaldato atleti ed ambiente.

L’altoatesino Alex Oberbacher, al suo bis consecutivo, e Chiara Caminada sono i grandi protagonisti di questo particolare triathlon. In gara anche le staffette con successi del Team Trentino Robinson, grazie ai due “best time” di Mauro Brigadoi ed Armin Dalvai ed un secondo tempo nella corsa di Francesco Trenti, e al femminile del Team Pellegrin con le performance di Stefania Corradini, Caterina Piller e Giorgia Felicetti. Una gara decisamente impegnativa ma altrettanto gratificante.
Ad aprire la contesa lo skiroll con lo start da Soraga alle 9.30. Mauro Brigadoi, inclemente, ha ingranato subito… la quarta e si è involato tutto solo andando a chiudere la prima frazione con 36’44”, con quasi 2’ su Francesco Ferrari e Simone Varesco, mentre l’atteso Bruno Debertolis finiva la frazione col quarto tempo a quasi 3’. Tra gli individuali spiccava il tempo di Gelmi (42’48”) con 2” su Oberbacher. Al femminile Chiara Caminada (48’26”) si difendeva bene nel confronto tra i maschi, mentre la “svedesina” di Fiemme Stefania Corradini portava il Team Pellegrin subito in prima fila con un 47’08”.
A Canazei aveva inizio la seconda frazione con l’attacco al Pordoi. Il primo ad affrontare in bicicletta i 33 tornanti del Pordoi era l’altoatesino Armin Dalvai lanciato da Brigadoi. La sua è stata una veloce e solitaria cavalcata. Ha fatto segnare pure lui il miglior tempo con un significativo 36’49”, mentre Zamboni, che aveva ricevuto il testimone da Debertolis in quarta posizione, era autore del secondo tempo.
Nella terza frazione la salita lungo il ripidissimo canalone che porta alla Forcella Pordoi cambiava un po’ le carte in tavola. Per la staffetta di testa non cambiava nulla, Francesco Trenti ha badato a controllare a distanza gli avversari. Chi invece ha sorpreso è stato Simone Costa, il migliore nella salita che ha portato così il team Pellegrin al secondo posto. Paolo Longo si inchinava alla gioventù dei due rivali che lo hanno preceduto e così ha portato sul podio, al terzo posto, il team Robinson II.

Grande gara per Alex Oberbacher, abile a chiudere sotto le due ore (1h59’11”), addirittura col quarto tempo di giornata considerando le staffette con gli atleti a completare solo una frazione ciascuno. Oberbacher è scivolato via prima con gli skiroll, poi ha cavalcato alla grande sui pedali ed infine ha rifinito l’impresa con una prova stellare di corsa, la sua disciplina. Gran gara anche di Enrico Cozzini che si è reso autore di un veloce finale. Secondo posto per lui davanti al vicentino Stefano Zanotto. L’altro vicentino Gelmi dopo un inizio travolgente ha pagato lo sforzo e si è classificato settimo.
La gara individuale femminile ha avuto una sola, e grande, protagonista. Chiara Caminada, 11.a assoluta, si è lasciata dietro tanti “maschietti”, segno che la classe non è acqua.

Frizzante anche la gara femminile in staffetta. Stefania Corradini, velocissima con gli skiroll, Caterina Piller altrettanto veloce con la bici sui tornanti del Pordoi, e Giorgia Felicetti, skyrunner di razza, non hanno avuto rivali.
Gli splendidi scenari della Val di Fassa col traguardo in cima al Sass Pordoi hanno implementato un successo senza ombre, con l’organizzazione dell’ASD Pellegrin a meritarsi applausi e consensi. Ora non rimane che pensare alla terza edizione.
Info:   www.triracedolomites.com

Individuale maschile
1 Oberbacher Alex Tornado 1:59:11; 2 Cozzini Enrico G.S. Fraveggio 2:11:20; 3 Zanotto Stefano Sci Club Orsago 2:12:55; 4 Manfroi Simone Bogn Da Nia Val De Fasha Asd 2:14:13; 5 Guadagnini Thomas 2:15:39; 6 Barp Toni Vasabroke Poiana A.S.D. 2:18:17; 7 Gelmi Giacomo G.S.A Montegrappa A.S.D. Bassano 2:19:00; 8 Chiocchetti Erwin Ski Team Fassa A.S.D. 2:22:44; 9 Mosconi Marco Team Futura 2:23:49; 10 Gardener Matteo U.D.S. Cermis 2:24:16

Individuale femminile
1 Caminada Chiara Ski Nordico Torino 02:24:52

Staffette maschili
1 Team Trentino Robinson Trainer 01:46:27; 2 Team Pellegrin 01:50:06; 3 Team Trentino Robinson Trainer 2 01:50:27; 4 Team Porteri 02:00:17; 5 Team Dromedario 02:01:08; 6 Team Pellegrin 2 02:03:55; 7 Team 3s Soraga 02:07:20; 8 I Tiezeri 02:09:00; 9 Gsalpini Asiago 02:10:22; 10 Team Runningandmore 2 02:19:25

Staffette femminili
1 Team Pellegrin Femminile 02:25:21; 2 Team Runningandmore Woman 02:35:28; 3 Littoria Brothers Team 02:55:58

INTERVISTE:

Alex Oberbacher
Questa è proprio la mia gara, mi piace tantissimo, sono le tre discipline che amo, in cui riesco bene e per le quali mi alleno, si può proprio dire che questa è la mia gara. Fra le tre la mia preferita dovrebbe essere la corsa, ma stranamente preferisco la bici, è dove vado meglio anno dopo anno, non so perché, forse nella corsa sono un po’ stanco e quindi sono un po’ più lento. Rispetto alle staffette sono andato forte, all’inizio con gli skiroll ho cercato di tenere il secondo gruppo, il primo era impossibile tenerlo, poi con la bici ho recuperato tre posizioni, con la corsa ho dovuto recuperare solo una posizione e alla fine è andata bene.

Enrico Cozzini
Ho un po’ improvvisato la gara, perché sono fondista ma gli skiroll li uso veramente poco, quest’anno avevo un bell’allenamento in bici, con la corsa non ho avuto problemi perché correre in montagna mi piace e lo faccio spesso. Ho voluto cimentarmi in questa gara ma il podio era davvero inaspettato.

Stefano Zanotto
È la prima volta che partecipo, dura da morire ma una gran bella manifestazione. Sono uno sciatore a livello amatoriale, sia nelle granfondo che nelle distanze più brevi. Con gli skiroll sono rimasto un po’ indietro rispetto ai primi, poi in bicicletta ho recuperato la posizione e sono riuscito a tenerla fino in cima con la corsa.

Chiara Caminada
Oggi stavo bene, con gli skiroll non sono molto brava ma sono riuscita a cavarmela. Qui è un posto bellissimo, l’ambiente è meraviglioso, merita davvero partecipare a questa gara, sia in staffetta che in solitaria.

Francesco Trenti
La mia era una bella squadra, i miei compagni sono stati fortissimi, Mauro Brigadoi ha dato il cambio per primo con gli skiroll, poi Dalvai è venuto su velocissimo fino al Passo, mi ha dato un bel vantaggio, penso sui 2 minuti, io sono salito col mio buon passo, ho tenuto quel margine controllando dietro. Questa per me è la prima gara veramente corta della stagione, ho sempre corso trail lunghi quindi era un po’ un’incognita questo vertical, ma è andato bene.

Paolo Longo
Giornata spettacolare, i compagni sono andati forte, ho cercato di tenere un ritmo regolare, ma l’età si fa sentire purtroppo, sono comunque più che soddisfatto della mia prestazione. Il Pordoi è spettacolare come sempre.

Simone Costa
È andata molto bene. I miei compagni sono stati eccezionali, con gli skiroll mi hanno dato il cambio poco distante dal primo, sono partito assieme in bici col secondo e il terzo, hanno fatto un buon ritmo anche loro perché sono saliti veramente forte fino al Passo.

Enrico Cozzini
Quando sono partito il secondo aveva un po’ di vantaggio rispetto a me, piano piano quando si avvicinava la Forcella sono riuscito a farmi sotto, poi appena arrivati al rifugio sono riuscito a superare. Avevo provato il percorso solo una volta, andando a vedere la Dolomites.

Stefania Corradini
Bellissima vittoria, bella squadra e bellissima gara. Siamo partiti forte, nello skiroll ho cercato di accodarmi a qualche maschio per fare un po’ di selezione già nella prima frazione, ci sono riuscita e sono contenta.

Caterina Piller
Subito non eravamo riuscite a trovare una ragazza per la frazione di corsa, con Stefania non pensavamo di riuscire a formare la squadra, poi Giorgia è stata disponibile ed ha accettato di partecipare. Io ho effettuato il tratto in bicicletta, ho fatto un po’ di fatica a metà tracciato, ma col tifo della mia compagna alla fine il pezzo più bello è stato dal Belvedere fino all’arrivo. Una bella fatica, ma con una giornata così è stato bellissimo.

Giorgia Felicetti
Questo è il terreno di casa mia, mi piace molto il Pordoi e anche la Forcella, ci sono venuta spesso ad allenarmi, un tracciato che mi piace quindi anche per questo ho partecipato volentieri a questa gara. Poi in staffetta è sempre bello perché ti confronti con le altre. Sono abituata a fare le salite, comunque è sempre una gara, il tracciato è più corto ma c’è da spingere di più, è sempre fatica, ma in un ambiente così meraviglioso la fatica la senti di meno.

Valerio Lorenz
Faccio gare da circa 30 anni, ho iniziato nell’88 con gli sci d’alpinismo. Faccio solo sport di fatica, ho una certa età e lo sport di fatica è più bello e soddisfacente, quindi skyrace, scialpinismo, ho anche partecipato alla Marcialonga una decina di volte. Sono un imprenditore che si divide fra lavoro, Croce Rossa, Vigili del Fuoco e sport, ma si arriva a fare tutto perché lo sport ti aiuta a scaricarti da tutte le tensioni giornaliere. Fra le gare più belle la Sellaronda Skimarathon e la Skyrace d’estate, le più faticose il Mezzalama e la Patrouille de Glaciers. Gareggerò fino a quando ne sarò capace, mi alleno la sera dopo lavoro, faccio corsa, bici con il frontalino, d’inverno con gli sci d’alpinismo quasi tutte le sere.

Fonte:   Ufficio Stampa Newspower

I commenti sono chiusi.

Ski Nordik Forum
L'esperto risponde

Continua anche per la stagione 2017/18 la collaborazione con Angelo Carrara responsabile test ricerca e sviluppo di Briko Maplus che sarà disponibile da mercoledì 3 gennaio 2018 a mercoledì 7 febbraio 2018 per rispondere, su Ski Nordik forum ai vari quesiti di sciolinatura e preparazione dei materiali.

Inox Machinery