La netta vittoria nella sprint femminile di Oberhof consente a Lisa Vittozzi di diventare la terza italiana nella storia ad un ottenere un successo sul massimo circuito mondiale. Oltre alla ventitreenne carabiniera forestale di Sappada, si sono imposte in cinque occasioni Dorothea Wierer e in tre occasioni Nathalie Santer, Lisa strappa a Wierer il pettorale di leader nella classifica sprint ed è la prima italiana a imporsi nella località tedesca (Wierer fu seconda nella pursuit del 2018 e nella sprint del 2015), mentre la squadra italiana allunga la splendida serie che la vede sul podio in almeno una delle gare in programma nelle ultime tredici tappe di Coppa del mondo.

Ma ecco le prime parole di Lisa al termine della magnifica prestazione nella sprint. “Che potesse essere una giornata diversa dal solito me ne sono accorta sin dalla notte precedente dalla gara, in cui non ho dormito nemmeno un minuto. Eppure mi sono presentata al via senza alcuna tensione, sapevo che dovevo solamente pensare a me stessa e soprattutto uscire dal poligono con uno zero. Sono partita molto forte, sia sugli sci che al poligono, ho calato il ritmo solamente sul finire, ma avevo un margine sufficiente per per rimanere davanti alle altre. Sono partita da casa con l’intento di sfatare il tabù Oberhof che negli anni scorsi mi aveva regalato solo delusioni, e anche mia mamma Nadia mi ha detto che ce l’avrei fatta. Aveva ragione, adesso indosso in aggiunta la maglia di leader della classifica sprint, ma non la sento una responsabilità, conta soprattutto indossarla alla fine della stagione. Sono contenta per me e per la squadra, la pursuit sarà un po’ diversa perché parto per la prima volta senza alcuna avversaria davanti a me, spero sia la prima di una lunga serie e comunque ci divertiremo”.

Dorothea Wierer analizza con serenità il suo ventiquattresimo posto, prima piazzamento fuori dalla top ten della stagione. “Non credo di avere smaltito tutto il lavoro svolto durante la pausa natalizia – spiega la finanziera altoatesina -, ho faticato sugli sci e non avevo belle sensazioni nemmeno al poligono, ma già dall’inseguimento di sabato sono sicura andrà meglio. Non credo sia giunto ancora il momento per guardare la classifica generale, il distacco non è molto ampio, ho recuperato distacchi peggiori in passato nella pursuit. Sono contenta che finalmente Lisa sia riuscita a salire sul gradino più alto del podio, era solo questione di tempo. Lei è molto convinta di se stessa e dei propri mezzi, è giovane e ha tanti anni dalla sua parte per togliersi molte soddisfazioni, adesso aspettiamo che i giovani crescano”. Tutta la squadra correrà in questo fine settimana con il lutto al braccio per onorare la memoria del diciottenne Hannes Breitenberger, giovane biathleta tesserato per lo Sci Club Gardena, scomparso nei giorni scorsi.

Tutte le vittorie italiane nella Coppa del mondo femminile
1° Lisa Vittozzi – Sprint Oberhof (Ger) – 10/01/19
1° Dorothea Wierer – Sprint Hochfilzen (Aut) – 13/12/18
1° Dorothea Wierer – Individuale Ruhpolding (Ger) – 11/01/18
1° Dorothea Wierer – Mass start Canmore (Can) 06/02/16
1° Dorothea Wierer – Individuale Ruhpolding (Ger) 14/01/16
1° Dorothea Wierer – Individuale Oestersund (Sve) 03/12/15
1° Nathalie Santer – Sprint Ruhpolding (Ger) 15/01/00
1° Nathalie Santer – Individuale Bad Gastein (Aut) 09/12/94
1° Nathalie Santer – Sprint Bad Gastein (Aut) 11/12/93

I commenti sono chiusi.

Ski Nordik Forum
L'esperto risponde

Continua anche per la stagione 2018/19 la collaborazione con Angelo Carrara responsabile test ricerca e sviluppo di Briko Maplus che sarà disponibile da mercoledì 2 gennaio 2019 a mercoledì 7 febbraio 2019 per rispondere, su Ski Nordik forum, ai vari quesiti di sciolinatura e preparazione dei materiali.