Logo Birkebeiner Rennet

Birkebeinerrennet AS Storgata 178 2615 Lillehammer – Norvegia
Tecnica: classica
Particolarità: tutti i partecipanti devono obbligatoriamente indossare uno zainetto del peso di 3,5 kg

Web Official Site

 

 

 

 

 

 

 

Partenza della Birkebeiner RennetQuesta gara si sviluppa sul tracciato che due guerrieri del Re Sverre percorsero nel 1.206,  portandosi appresso il principino Haakon Haakonson, salvandolo da una pericolosa sommossa. Questi uomini erano chiamati “Birkebeiners”, nome che nella lingua locale derivava  dalle particolari calzature rivestite con corteccia di betulla che essi indossavano, ed è proprio da questi particolari che si è dato il nome alla gara, obbligando i partecipanti a portarsi lungo tutto il percorso uno zainetto di 3,5 kg, rappresentante l’ipotetico principe da salvare.
Se non ci si è organizzati a casa, allestendo con la propria bilancia uno zainetto modello, si può usufruire dei bilancieri a contrappeso presenti alla partenza, essi segnalano con esattezza il raggiungimento del peso prescritto; all’arrivo vengono effettuati controlli a sorpresa con conseguente squalifica di chi non ha rispettato le regole.
A differenza di molte altre gare del circuito, alla Birkebeiner possono partecipare tutti (uomini e donne) coloro che hanno compiuto il 16°anno di età entro il 31 Dicembre dell’anno precedente. Sono 14 le classi d’età in cui vengono inseriti i concorrenti, con fasce di 5 anni l’una, a loro volta suddivise in 12 gruppi di partenza. Ogni gruppo parte ad un orario predefinito, la precedenza è data ai più anziani, si scala poi fino ai più giovani.
Passaggio della Santer alla Birkebeiner RennetAl termine, la classifica viene stilata in base all’età, non ne esiste una generale ed il confronto è tra “coetanei”.
Il percorso è tra i più duri dell’intero circuito World Loppet e si sviluppa tra i paesi di Rena e Lillehammer, passando sulla catena montuosa che divide le rispettive vallate con un dislivello totale in salita che raggiunge i 700 m.
I primi 3 km sono praticamente pianeggianti, al quarto inizia l’ascesa e in 11 km si sale da quota 500 m a quota 900 m; pianura e sali-scendi si susseguono poi per altri 25 km, mentre gli ultimi 15 km sono in discesa.
Anche se sembra inutile dirlo, la fase di sciolinatura è molto importante e delicata, infatti il grande dislivello presente sul percorso, comporta anche un’enorme diversità della neve. Nella maggior parte dei casi non bisogna lasciarsi trarre in inganno dalle condizioni presenti alla partenza ma prevedere che sicuramente sul resto del percorso ci sarà neve diversa, presumibilmente più fredda, che può penalizzare moltissimo la scorrevolezza specialmente se si è optato per una sciolinatura troppo “calda” (è bene ricordare che a queste latitudini i 1000 m di quota corrispondono circa ai nostri 2000 m).
L’arrivo nello Ski-Stadium di Lillehammer è il sogno di ogni fondista e anche se non si è protagonisti di Olimpiadi o Mondiali, la soddisfazione è impagabile, il folclore e l’enorme tifo presenti in loco avvolgono i partecipanti in un clima festoso che è di casa solo qui al nord.
Il Birkebeineren Ski Stadium dista circa 4 km dal dal centro di Lillehammer, mentre la Haakons Hall 2 km, entrambi i luoghi possono essere raggiunti tramite bus navetta. Alla Haakons Hall è possibile ritirare i sacchi con gli indumenti di ricambio, farsi la doccia e consumare qualcosa di caldo, ed oltre che con i mezzi messi a disposizione dall’organizzazione, è possibile arrivarci con gli sci (tutta discesa).
I collegamenti pre e post gara tra Lillehammer e Rena (120 km), funzionano dalle 04.30 alle 06,00 del mattino, dalle 15.00 alle 19.00 del pomeriggio/sera (munirsi del biglietto – costo ca/ 200 NOK), orario di percorrenza 2 ore circa.

Come arrivarci
in aereo fino ad Oslo, poi tramite bus o automobile proseguire in direzione Trondheim per 170 km fino a Lillehammer, oppure giunti ad Hamar, deviare a dx per Rena.

Lascia un commento

menu