Logo Engadin Skimarathon

ENGADIN SKIMARATHON Haus Swisscom CH – 7503 Samedan – Switzerland
Tecnica: Libera

Web Official Site

 

 

 

 
La partenzaSe i bellissimi laghi della zona di St.Moritz non ghiacciassero, probabilmente l’Engadin Skimarathon non sarebbe così famosa, è infatti sulla loro superficie che si svolge più di un quarto di questa gara che senza un “terreno” iniziale così vasto, avrebbe sicuramente grosse difficoltà a far partire i circa 15.000 concorrenti che ogni anno si schierano al via.
Pur sviluppandosi ad una quota media di 1.700 m, con la partenza a 1.800 m, l’Engadin non è particolarmente dura, le salite sono quasi inesistenti e se si escludono i due brevi strappetti di St.Moritz e Pontresina, rispettivamente situati al 15° e 19° km, tutto il resto del percorso si presenta quasi totalmente pianeggiante, punteggiato da alcune discese.
Il lungo serpentoneProprio per le caratteristiche sopra citate la media di percorrenza è molto elevata, basti pensare che i primi riescono a coprire l’intera distanza sotto l’ora e mezza.
La velocità di crociera è la nota dolente della competizione, infatti è difficile “sgranarsi” e nonostante le caratteristiche dell’ampia zona di partenza e del percorso, le migliaia di concorrenti viaggiano per almeno 20-25 km spalla a spalla arrivando spesso e volentieri al contatto. Il risultato è risaputo (sono centinaia i residui di attrezzatura che rimangono sul terreno). L’eccessiva rigidità degli organizzatori che, solo a loro discrezione (sarà simpatia o cosa..!!) tengono conto dei piazzamenti ottenuti in altre gare della Worldloppet, penalizza spesso e volentieri atleti di buon livello; ritrovandosi senza i punteggi richiesti vengono fatti partire in gruppi arretrati dai quali è impossibile emergere. Purtroppo per guadagnarsi un valido gruppo di partenza ci vogliono almeno 2/3 partecipazioni augurandosi di non incappare in inconvenienti di alcun tipo: “cosa assai improbabile”.
Passaggio concorrentiQuesta piccola ma doverosa critica non vuole essere un deterrente alla gara, ma un utile informazione in modo da arrivare psicologicamente e fisicamente preparati al meglio per affrontare questa piacevole gran fondo. Essendo la zona di partenza molto affollata, è consigliabile valutare bene i tempi per raggiungere il proprio settore (mai meno di 15′), il sacco con gli indumenti di ricambio va collocato sugli appositi autocarri numerati. Dopo l’arrivo si dovrà poi procedere autonomamente al recupero dello stesso sulle apposite rastrelliere numerate (mai troppo bene, con conseguente perdita di tempo) situate nei pressi degli hangar adiacenti al traguardo.

Dall’edizione 2008 è possibile iscriversi alla mezza maratona, partenza al passo del Maloja e arrivo a Pontresina.

 

 

Come arrivarci
Risalire la Valtellina fino a Chiavenna (SO), qui imboccare a sx la valle omonima in direzione Maloja (CH) , dove poco oltre il valico, sulla superficie ghiacciata del lago, è situata la zona di partenza.

Lascia un commento

menu