Logo Konig Ludwig Lauf
König Ludwig Skilanglauf e. V. Postfach 90, D-82483 Oberammergau – GERMANY
Tecnica: Classica
Web Official Site
Web-cam

 

 

 

 

 

 

 

Konig Ludwig LaufNel primo Week-end di Febbraio, il circuito W.L. si trasferisce sulle nevi tedesche di Oberammergau; la gara è la 40ª König Ludwig Lauf  (in onore del famoso re Ludovico) che si svolge sulla distanza classica di 50 km con la possibilità di percorrere anche la distanza più breve  di 23 km valevole per la medaglia d’argento della W.L.
Al sabato la gara è in tecnica libera  ed è valida per il circuito Worldloppet – Euroloppet  e come Campionato Mondiale di Fondo per Medici; la domenica invece si corre in classik sempre per il circuito Worldloppet – Euroloppet e F.I.S. Marathon Cup.
Possiamo considerare la König Ludwig Lauf uno dei gioielli delle gare in passo alternato, è così che infatti si svolge la competizione principale (che è quella della domenica); il tracciato si sviluppa lungo una delle zone più belle e caratteristiche delle alpi, passando addirittura nel giardino di uno dei castelli di re Ludovico, quello di Linderof costruito in arte barocca.
Il tracciato, che è quasi totalmente pianeggiante, parte dalla grande spianata di Ettal, piccolo centro abitato dove sorge anche un imponente monastero visibile per tutto il tempo del lancio che, sviluppandosi per circa 2 km  e con un innumerevole numero di binari, rende meno problematica la solita “guerra” per accaparrarsi la posizione più idonea alle proprie caratteristiche. Questa località dista circa 5 km dal centro di Oberammergau dove è situato il traguardo con i soliti e ambiti tendoni per il cambio indumenti e ristoro.

passaggio Konig Ludwig LaufCome già accennato, il percorso quasi totalmente pianeggiante non presenta salite significative, l’unica che può eventualmente impensierire è quella che parte proprio all’interno del parco del castello di Linderof  e che si sviluppa per un chilometro (dal 25° al 26°) con un dislivello di circa 120 m, superabilissima anche con sci non al top.
È in base a questi presupposti che è consigliabile prediligere la scorrevolezza piuttosto che la tenuta, spesso e volentieri in loco si possono trovare condizioni di neve difficili e si sa che trovare la miscela idonea non è cosa da poco; il giusto compromesso è quindi proprio quello della “velocità”, infatti i lunghissimi pianori risultano veramente interminabili se si hanno degli sci lenti.
Giunti al cinquantesimo km è bene non farsi illusioni, il transito in prossimità del traguardo, l’eco degli altoparlanti, la folla, possono far pensare ad un errore della segnaletica del chilometraggio, facendo sorgere il pensiero di essere quasi arrivati. Purtroppo non è così, infatti restano da percorrere ancora gli ultimi 5 km, di cui tre in leggerissima salita e due in leggera discesa fino all’arrivo.

Il centro di Oberammergau è molto caratteristico, quasi tutte le abitazioni sono ricoperte da innumerevoli e svariati affreschi di ogni genere, i negozietti di souvenir non si contano, come tantissime sono le sculture e le pitture su legno esposte che testimoniano la grande vena artistica degli abitanti della zona, probabilmente ispirati dalle stesse bellezze che li circondano.
Se avete a disposizione un giorno in più, Vi consigliamo di dedicarlo alla visita dell’altro castello di re Ludovico, quello di Neuschwanstein, distante poche decine di km da Oberammergau in prossimità di Füssen. Si può raggiungere dalla strada panoramica (generalmente sgombra dalla neve) che prosegue oltre l’abitato di Linderof e che, dopo un piccolo sconfinamento in Austria, ritorna in Germania. Ad una decina di km ecco il maestoso castello dalle innumerevoli torri, ispiratore perfino di Walt Disney che lo ha riprodotto nei suoi cartoni animati.

 

Come arrivare
In autostrada dal passo del Brennero proseguire per Innsbruk (A), qui a sx per Telfs (A), dove si lascia l’autostrada e si sale in direzione di Garmisch Partenkchn. (D), lo si oltrepassa in direzione Munchen (D) e dopo una decina di km, a Oberau, si prende a sx per Ettal, Oberammergau.

Lascia un commento

menu